Ultime news

Modifiche D.Lgs. 81/2008 – Decreto del Fare – Legge 98 del 9 agosto 2013

modifiche d.lgs. 81/2008

Al decreto legislativo 81/2008, del 9 aprile, sono apportate importanti modifiche da parte del Decreto del Fare vengono riportate di seguito le più rilevanti si rimanda alla lettura completa della Legge 9 agosto 2013 n° 98 art. 32 che trovate in allegato, in particolare da pag. 39 a 43.

Nei confronti dei volontari, dei volontari che effettuano servizio civile, dei soggetti che prestano la propria  attività spontaneamente e a titolo gratuito o con mero rimborso di spese, in favore delle associazioni di promozione sociale, e delle associazioni sportive dilettantistiche: che operano presso un datore di lavoro, questi è tenuto a fornire al soggetto dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti negli ambienti nei quali è chiamato ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla sua attività.

  • DUVRI (all’articolo 26, i commi 3 e 3-bis D.Lgs. 81/08)

La novità consiste nella possibilità di scegliere, in caso di aziende a basso rischio infortunistico (il cui elenco uscirà entro 90 gg. dall’entrata in vigore della presente Legge) tra redazione del DUVRI (come è sempre avvenuto) oppure individuare un proprio incaricato (PREPOSTO), in possesso di formazione, esperienza e competenza professionali, adeguate e specifiche.
Per le aziende al di fuori dell’elenco suddetto rimane l’obbligo di redazione del DUVRI.
Fino al momento in cui non viene individuato l’elenco si applica anche nelle attività a basso rischio.
Il DUVRI o il preposto non si applica ai servizi di natura intellettuale, alle mere forniture di materiali o attrezzature, ai lavori o servizi la cui durata non sia superiore ai 5 uomini giorno nell’arco di un anno (ATTENZIONE PRIMA ERA INFERIORE A 2 GG).
Rimane l’obbligo di redazione del DUVRI in caso di lavori eseguiti in aziende a rischio di incendio elevato (non presente prima), in ambienti confinati o in presenza di agenti cancerogeni, mutageni o biologici, di amianto o di atmosfere esplosive o rischi particolari di cui all’allegato XI del D.lgs. 81/08.

UOMINI-GIORNO = l’entità presunta dei lavori, servizi e forniture rappresentata dalla somma delle giornate di lavoro necessarie all’effettuazione dei lavori, servizi o forniture considerata con riferimento all’arco temporale di un anno dall’inizio dei lavori».

  • Documento di valutazione dei rischi (art. 17-28-29 D.Lgs. 81/08)

Nelle aziende a basso rischio di infortuni e malattie professionali (il cui elenco verrà emanato con apposito decreto del Ministero del Lavoro entro 90 gg) i Datori di lavoro possono dimostrare di aver effettuato la valutazione dei rischi tramite compilazione di apposito modello che verrà allegato al Decreto suddetto. Resta ferma la possibilità di redarre il DVR con le procedure standardizzate. Fino al momento dell’emanazione dell’elenco resta fermo l’obbligo di redarre il documento anche per le aziende a basso rischio.

  • Attrezzature di Lavoro (art. 71 D.Lgs. 81/08)

Le attrezzature di lavoro riportate nell’allegato VII devono essere sottoposte a verifiche periodiche con la frequenza indicata in allegato.
Per la prima verifica il datore di lavoro si avvale dell’INAIL, che vi provvede nel termine di quarantacinque giorni dalla messa in servizio dell’attrezzatura. Una volta decorso inutilmente il termine sopra indicato, il datore di lavoro può avvalersi, a propria scelta, di altri soggetti pubblici o privati abilitati.
Le successive verifiche sono effettuate su libera scelta del datore di lavoro dalle ASL o, ove ciò sia previsto con legge regionale, dall’ARPA, o da soggetti pubblici o privati abilitati.
I verbali redatti all’esito delle verifiche devono essere conservati e tenuti a disposizione dell’organo di vigilanza. Le verifiche sono effettuate a titolo oneroso a carico del datore di lavoro.

  • Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163

Viene riportata la seguente precisazione:
“Il prezzo più basso è determinato al netto delle spese relative al costo del personale, valutato sulla base dei minimi salariali definiti dalla contrattazione collettiva nazionale di settore tra le organizzazioni sindacali dei lavoratori e le organizzazioni dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, delle voci retributive previste dalla contrattazione integrativa di secondo livello e delle misure di adempimento alle disposizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro”.

 

Modifiche D.Lgs. 81/2008: Legge 98 del 9 agosto 13 pag. 39-43 (le pagine di interesse sono dalla 39 alla 43 art. 32)

 

 

Related Posts
corsi sicurezza on line
Corsi sicurezza on line
14 febbraio 2012