Regolamento acustico

Il Regolamento acustico comunale: attuare le direttive nazionali e regionali

La redazione del Regolamento acustico da parte dei Comuni permette di trovare un equilibrio tra le diverse necessità produttive e lavorative da una parte, di diritto al riposo e allo svago dall’altra.

La vigente normativa ha da diversi anni attribuito ai Comuni un ruolo ben definito nel controllo delle attività potenzialmente causa di inquinamento acustico ambientale e, negli ultimi tempi, proprio per i Comuni si è ampliato notevolmente tale ruolo.

Naturalmente azione preventiva alla redazione del Regolamento acustico comunale è la predisposizione di una adeguata zonizzazione acustica.

Il Regolamento acustico comunale descrive le regole per l’individuazione delle aree ove consentire attività rumorose, zone in cui sia possibile svolgere le manifestazioni temporanee (musicali, di spettacolo, ecc.), gli orari e i limiti massimi per i cantieri edili e stradali, e le specifiche per gli intrattenimenti nei pubblici esercizi e negli esercizi commerciali, con particolare attenzione ai dehors e alle altre fonti di rumore “antropico”.
Sono ricomprese inoltre le attività agricole, e per quelle riconducibili a particolari sorgenti sonore, come ad esempio altoparlanti, campane, ecc.

Il Regolamento acustico contiene inoltre le modalità operative per il rilascio delle autorizzazioni.
Per facilitare la comprensione del documento vengono incluse tabelle con criteri e limiti per manifestazioni con grande affluenza di pubblico e/o di lunga durata, che si svolgono sul territorio comunale e/o nell’ambito del cartellone estivo.
L’iter di approvazione del nuovo regolamento prevede il voto finale da parte del Consiglio comunale.

S.T.A. Studio Tecnico Ambientale srl da diversi anni assiste i Comuni nella predisposizione del Regolamento acustico comunale, nell’addestramento al personale interno o al supporto agli uffici per lo studio delle pratiche autorizzative per quanto concerne il rumore.
Il Regolamento acustico comunale viene studiato e proposto con la maggiore adattabilità possibile alle realtà e alle esigenze dell’amministrazione committente.
Redigere un buon Regolamento acustico comunale è di sostegno e facilita il lavoro degli uffici comunali, spesso oberati da incombenze di svariati settori.