Responsabile della gestione amianto

Il Responsabile per la gestione amianto: figura obbligatoria e qualificata

gestione amiantoDal maggio 2014 in Liguria potrà svolgere il ruolo di “Responsabile per la gestione della presenza di amianto” soltanto personale in possesso di apposita qualifica. Tale obbligo è concomitante con la scadenza triennale della notifica della presenza di amianto compatto.

Sarà necessario che il Responsabile per la gestione amianto trasmetta la scheda di autonotifica tramite raccomandata o a mano all’Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente. Tale scheda dovrà obbligatoriamente riportare il nominativo del Responsabile per la gestione amianto.

Ricordiamo che è obbligatorio effettuare tale notifica periodicamente, secondo quanto di seguito meglio riportato:

  • Amianto friabile – comunicazione annuale (scadenza 31 maggio di ogni anno)
  • Amianto in matrice compatta (eternit) – comunicazione triennale (scadenza 31 maggio)

 

La comunicazione periodica deve essere correlata dalle evidenze di un sistema di monitoraggio, opportunamente documentato, messo in atto dal Responsabile per la gestione amianto.

Ricordiamo che l’amianto in matrice compatta può essere contenuto in:

  • canne fumarie
  • coperture esterne (tetti e prospetti)
  • serbatoi
  • tubazioni in cemento-amianto per condotte di scaric
  • pareti
  • pavimentazioni in vinil-amianto (linoleum)

L’amianto in matrice friabile (a spruzzo) può essere stato utilizzato per la coibentazionie di tubi, caldaie e compartimentazione antincendio.

A seguito del provvedimento dirigenziale della Regione Liguria N° 2585 del 9 settembre 2010 e del successivo decreto N° 3260 del 25/09/2012, è stato istituito l’elenco dei tecnici Responsabili della gestione dell’amianto che hanno ottenuto un attestato di idoneità a seguito della frequenza a un seminario specifico e al superamento di un test finale.

S.T.A. Studio Tecnico Ambientale srl ha al suo interno personale qualificato per lo svolgimento del ruolo di Responsabile per la gestione amianto, che garantirà i previsti monitoraggi periodici (con redazioni di verbali e dossier fotografici) e la predisposizione delle comunicazioni periodiche agli uffici delle Aziende Sanitarie Locali competenti per territorio.