Verifica di rispondenza macchinari alle norme CE

Verifica di rispondenza macchinari e marchiatura CE

S.T.A. Studio Tecnico Ambientale srl fornisce ai propri Clienti un servizio di verifica dei requisiti minimi di sicurezza di macchine e impianti, come stabilito dal D.lgs. 81/2008

verifica di rispondenzaLa verifica di rispondenza dei macchinari deve essere obbligatoriamente effettuata in primis per le macchine prodotte e immesse sul mercato prima dell’entrata in vigore della prima direttiva macchine (recepimento italiano datato 1996). Macchine e attrezzature devono essere infatti conformi a quanto previsto dall’allegato V del D.Lgs 81/08. La verifica di rispondenza dei macchinari deve essere effettuata, in questo caso, dal Datore di Lavoro.

Caso differente per le macchine commercializzate dopo l’entrata in vigore della direttiva macchine, in questo caso la verifica di rispondenza dei macchinari deve essere effettuata dal fabbricante degli stessi.

Se un macchinario viene sottoposto a sostanziali modifiche questo deve poi possedere i requisiti indicati nella direttiva macchine e nelle norme tecniche più recenti applicabili.
La verifica della rispondenza delle macchine spetta al tecnico della ditta che effettua la ricertificazione o al Datore di Lavoro.

Come già esposto nel paragrafo relativo la sicurezza delle macchine, per ogni attrezzatura deve essere effettuata una valutazione del rischio relativa il normale funzionamento e durante le attività di manutenzione.

L’attività dei Tecnici di S.T.A., nel caso della verifica rispondenza dei macchinari, comprende :

  • Ricerca e acquisizione della documentazione delle macchine (manuali esistenti) con la realizzazione di un dossier fotografico a cui si farà riferimento nella relazione tecnica.
  • Studio di rispondenza alle norme con la redazione di un documento tecnico (relazione tecnica) che indicherà, per ogni punto della norma di riferimento gli interventi necessari per l’adeguamento.
  • Eventuale predisposizione di nuovo libretto d’uso e manutenzione.

Questo può rendersi necessario anche nell’ottica di garantire che i controlli possano effettivamente prevenire situazioni potenzialmente pericolose.
Viene quindi come naturale conseguenza che la verifica della sicurezza dei macchinari e il conseguente adeguamento portino anche alla definizione di cosa controllare, come controllarlo e con che frequenza.