Tag Archives: corsi sulla sicurezza online

testo unico sicurezza sul lavoro
Ultime news

Testo Unico Sicurezza sul lavoro: ecco le novità legislative del 2015

Modifiche al D.Lgs 81/08 (Testo Unico Sicurezza sul lavoro) a seguito della pubblicazione del D.Lgs 151/2015.

La pubblicazione, il 23 agosto ultimo scorso, del D.Lgs 81/08 ha introdotto modifiche importanti al Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/08). Il decreto è entrato in vigore il  giorno successivo alla pubblicazione. Il Ministero del lavoro ha pubblicato così una nuova versione on-line del Testo Unico (D.Lgs 81/08) che raccoglie alcuni spunti presenti in circolari ed interpelli pubblicati nel corso degli ultimi anni.

Vediamo alcune delle novità introdotte dal D.Lgs 151/2015.

Datore di lavoro e Addetto Primo Soccorso ed Antincendio

Viene abrogato il comma che impediva al Datore di Lavoro di svolgere l’attività di addetto primo soccorso ed antincendio qualora fossero impiegati più di 5 lavoratori.

Sistema sanzionatorio

Sono decuplicate e triplicate le sanzioni che riguardino la mancata attuazione degli obblighi di garanzia (invio a visite mediche, formazioni del personale, ecc.) se riguardano rispettivamente più di 5 o più di 10 dipendenti.

Requisiti del coordinatore per la sicurezza 

È previsto l’aggiornamento dell’allegato XIV, contenente le prescrizioni  relative i corsi a cui sono soggetti i Coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione. L’aggiornamento deve avvenire in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni. Vengono inoltre stabiliti i limiti per l’erogazione dei corsi in e-learning che potrà riguardare solo la parte normativa.

Prestazioni di lavoro accessorio

Cambiano le modalità di applicazione delle disposizione di legge, sia a livello economico che di sicurezza per l’impiego dei vaucher. L’equiparazione ai lavoratori rimane per datori di lavoro quali imprenditori e professionisti, negli altri casi vi è l’equiparazione ai lavoratori autonomi soggetti all’art. 21 del D.Lgs 81/08

Viene chiaramente effettuata l’esclusione delle disposizioni del D.Lgs. 81/08 e delle norme speciali vigenti in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, dei piccoli lavori domestici a carattere straordinario, compresi l’insegnamento privato supplementare e l’assistenza domiciliare ai bambini, agli anziani, agli ammalati e ai disabili.

Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive

Viene modificata la composizione del Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che viene presieduto dal Ministro della salute.

Nuovi strumenti per la riduzione del rischio

L’Inail ha l’obbligo di creare strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio disponibili per il datore di lavoro e informatizzati secondo il prototipo europeo OiRA (Online interactive Risk Assessment).

Cantieri mobili

Il Testo Unico Sicurezza sul lavoro viene aggiornato con l’ultima novità in tema di piccoli cantieri inserita dalla legge europea 2014 (legge 115/2015).

Contratti di somministrazione

 Gli obblighi di sicurezza nell’ambito dei contratti di somministrazione, dopo l’abrogazione del comma 5 dell’articolo 3 da parte di uno dei decreti attuativi del Jobs Act non sono più ad esclusivo carico dell’utilizzatore.

Sanzioni a carico del medico competente

Per il Medico competente che, accertata un’anomalia nei lavoratori esposti ad uno stesso agente, non provveda ad informarne il datore di lavoro la sanzione viene elevata a 1.315,20 euro.

Riepilogo normativo

Le novità introdotte a livello normativo nel D.Lgs 81/08 possono essere di seguito specificate:

  • Corretto l’importo massimo previsto per l’ammenda all’art. 284 comma 1;
  • Inseriti gli interpelli dal n. 26 al n. 28 del 31/12/2014, le precisazioni all’interpello n. 20/2014 del 31/12/2014, e gli interpelli dal n. 1 al n. 5 del 23 e 24/06/2015
  • Inserite le circolari n. 34 del 23/12/2014, n. 35 del 24/12/2014, n. 3 del 13/02/2015, n. 5 del 3/03/2015 e n. 22 del 29/07/2015;
  • Inserito il decreto interministeriale n. 201 del 18 novembre 2014, recante norme per l’applicazione, nell’ambito dell’amministrazione della giustizia, delle disposizioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro (avviso pubblicato nella G.U. n. 15 del 20 gennaio 2015); Abrogazione del comma 5 dell’art. 3, ai sensi dell’art. 55, comma 1, lettera e), del D.Lgs. 15 giugno 2015, n.  81 (SO n.34 alla G.U. 24/06/2015, n.144, in vigore dal 25/06/2015);
  • Modifica dell’art. 88, comma 2, lettera g-bis), ai sensi dell’art. 16, comma 1, della legge 29 luglio 2015, n. 115 (G.U. 03/08/2015, n.178, in vigore dal 18/08/2015);
  • Inserite le modifiche agli artt. 3, 5, 6, 12, 14, 28, 29, 34, 53, 55, 69, 73-bis (nuovo articolo), 87, 98 e 190, introdotte dal d.lgs. 14 settembre 2015, n. 151 recante “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n.183” (G.U. n. 221 del 23/09/2015 – S.O. n. 53, in vigore dal 24/09/2015).

Link per il Testo Unico Sicurezza sul lavoro aggiornato a settembre 2015

• Link per il testo D.Lgs 151/2015

Read More
abilitazione alla conduzione di macchine operatrici
Ultime news

Abilitazione alla conduzione di macchine operatrici

Entrata in vigore dell’Accordo Stato-Regioni del 22 febbraio 2012

I LAVORATORI CHE ALL’ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE ACCORDO SONO INCARICATI DELL’USO DELLE ATTREZZATURE DI CUI AL PRESENTE ACCORDO, DEVONO  EFFETTUARE I CORSI CHE TRATTASI ENTRO 24 MESI DALL’ENTRATA IN VIGORE DEL PRESENTE ACCORDO.

Il presente Accordo sull’abilitazione alla conduzione di macchine operatrici entra in vigore 12 mesi dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Per cui l’entrata in vigore è FEBBRAIO 2013

 

Accordo della Conferenza Stato Regioni del 22 febbraio 2012

Concernente l’individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione, in attuazione dell’art. 73, comma 5, del D.Lgs 81/08”.

L’Accordo individua le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori (art. 73 del D.Lgs 81/08), le modalità per il riconoscimento di detta abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione da erogare a detti lavoratori.
Si tratta di formazione specifica che si aggiunge a quella prevista dall’articolo 37 del D.Lgs. 81/08, recentemente disciplinata dall’Accordo Conferenza Stato Regioni del 21 dicembre 2011.  La durata ed i contenuti della formazione sono da considerarsi minimi.

Le attrezzature per l’uso delle quali è prevista formazione specifica e abilitazione per la conduzione di macchine operatrici sono:

  • Piattaforme di lavoro mobili elevabili,
  • Gru a torre, gru mobile, gru per autocarro
  • Carrelli  elevatori semoventi con conducente a bordo (a braccio telescopico, carrelli industriali semoventi, carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopisci rotativi)
  • Trattori  agricoli  o  forestali,
  • Macchine  movimento  terra (escavatori idraulici con massa operativa maggiore di 6000 Kg, a fune, pale caricatrici frontali con massa operativa maggiore di 4500 KG, terne, autoribaltabile a cingoli
  • Pompa per calcestruzzo

 

Chi può effettuare i corsi di formazione ed aggiornamento?

  • Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, anche mediante le proprie strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione (ASL) e della formazione professionale
  • Ministero del Lavoro e della politiche sociali, mediante il personale tecnico impiegato in attività nel settore della sicurezza sul lavoro
  • INAIL
  • Associazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori nel settore di impiego delle attrezzature di cui al presente accordo oggetto della formazione
  • Ordini e collegi professionali cui afferiscono i soggetti di cui al comma 1 dell’art. 98 del D.Lgs 81/08
  • Aziende produttrici/distributrici/noleggiatrici/utilizzatrici (quest’ultime limitatamente ai loro lavoratori) di attrezzatura di cui al presente Accordo, organizzate per la formazione e accreditate in conformità al modello di accreditamento definito ai sensi dell’Intesa 20.03.2008
  • Soggetti formatori con esperienza documentata, almeno triennale alla data di entrata in vigore dell’accordo, nella formazione per le specifiche attrezzature oggetto del presente accordo accreditati in conformità al modello di accreditamento definito ai sensi dell’Intesa 20.03.2008
  • Soggetti formatori, con esperienza documentata, di almeno sei anni nella formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, oggetto del presente accordo accreditati in conformità al modello di accreditamento definito ai sensi dell’Intesa 20.03.2008
  • Enti bilaterali (art. 2 c.1 lettera H D.Lgs. 276 del 10.09.2003 e Organismi paritetici (art. 2 c. 1, lettera ee D.Lgs 81/08) entrambi istituiti nel settore di impiego delle attrezzature oggetto della formazione
  • Scuole Edili costituite nell’ambito degli organismi paritetici

 

Riconoscimento della formazione pregressa:

 Alla data di entrata in vigore del presente accordo sono riconosciuti i corsi già effettuati che, per tipologia di attrezzatura, soddisfano i criteri previsti dall’Accordo:

  • Corsi di formazione della durata complessiva NON inferiore a quella prevista negli allegati dell’Accordo, composti di modulo teorico, pratico e verifica finale dell’apprendimento
  • Corsi composti di modulo teorico, pratico e verifica finale dell’apprendimento di durata COMPLESSIVA INFERIORE a quella prevista negli allegati a condizione che gli stessi siano integrati tramite il modulo di aggiornamento, ENTRO 24 MESI dalla data di entrata in vigore dell’accordo
  • Corsi di qualsiasi durata non completati da verifica finale di apprendimento a condizione che ENTRO 24 MESI dalla data di entrata in vigore del presente accordo siano integrati tramite il modulo di aggiornamento e verifica finale dell’apprendimento

 

Gli attestati di abilitazione alla conduzione di macchine operatrici conseguenti ai corsi di cui alle lettere precedenti hanno validità di 5 anni dalla data di attestazione di superamento della verifica finale di apprendimento  per quelli di cui alle lettera a., dalla data di aggiornamento per quelli alla lettera b., e dalla data di attestazione di superamento della verifica finale per quelli di cui alla lettera c.
Inoltre per essere valida la formazione pregressa deve essere presente il registro del corso, gli esiti della valutazione teorica e dell’esercitazione pratica, il partecipante deve essere in possesso dell’attestato di partecipazione.
La documentazione deve essere conservata per almeno 10 anni dalla data di conclusione del corso.

I lavoratori del settore agricolo che alla data di entrata in vigore del presente accordo sono in possesso di esperienza documentata almeno pari a 2 anni sono soggetti al corso di aggiornamento da effettuarsi entro 5 anni dalla data di pubblicazione del presente accordo.

L’abilitazione alla conduzione di macchine operatrici deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dell’attestato di abilitazione, previa verifica della partecipazione a corso di aggiornamento.

Il corso di aggiornamento ha durata minima di 4 ore di cui almeno 3 ore sono relative agli argomenti dei moduli pratici.

Il “Fascicolo del corso” contenente dati anagrafici del partecipante + registro del corso recante elenco dei partecipanti con firme, nominativo e firma del docente, ora di inizio e fine deve essere conservato per 10 anni

 

ABILITAZIONE ALLA CONDUZIONE DI MACCHINE OPERATRICI- DURATA DEI CORSI DI FORMAZIONE PER SINGOLA ATTREZZATURA

 

Macchine/attrezzature Modulo Giuridico -normativo Modulo Teorico Modulo Pratico Totale ore

Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE)

Abilitazioni SOLO per PLE che operano su stabilizzatori

1 ora

3 ore

4 ore

8 ore

Abilitazioni SOLO per PLE che possono operare senza stabilizzatori

1 ora

3 ore

4 ore

8 ore

Abilitazioni all’uso di PLE sia con stabilizzatori che senza

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore


Gru per autocarro

1 ora

3 ore

8 ore

12 ore


Gru a torre

Abilitazione SOLO per Gru a rotazione in basso

1 ora

7 ore

4 ore

12 ore

Abilitazione SOLO per Gru a rotazione in alto

1 ora

7 ore

4 ore

12 ore

Abilitazione alla conduzione sia di gru a rotazione in basso che di gru a rotazione in alto

1 ora

7 ore

6 ore

14 ore


Gru mobili

1 ora

6 ore

7 ore

14 ore


Gru mobili su ruote con falcone telescopico o brandeggiabile

1 ora

6 ore + 4 ore

7 ore + 4 ore

22 ore


Carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo

Abilitazione SOLO per Carrelli industriali semoventi

1 ora

7 ore

4 ore

12 ore

Abilitazione SOLO per Carrelli semoventi a braccio telescopisco

1 ora

7 ore

4 ore

12 ore

Abilitazione SOLO per carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopisci rotativi

1 ora

7 ore

4 ore

12 ore

Abilitazione per la conduzione di Carrelli industriali semoventi + Carrelli semoventi a braccio  telescopico + carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopisci rotativi

1 ora

7 ore

8 ore

16 ore


Trattori agricoli o forestali

Abilitazione SOLO per Trattori a ruote

1 ora

2 ore

5 ore

8 ore

Abilitazione SOLO per Trattori a cingoli

1 ora

2 ore

5 ore

8 ore


Escavatori

Escavatori Idraulici

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore

Escavatori a fune

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore


Caricatori frontali

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore


Terne

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore


Autoribaltatrice a cingoli

1 ora

3 ore

6 ore

10 ore


Abilitazione per Escavatori Idraulici + caricatori frontali + terne

1 ora

3 ore

12 ore

16 ore


Pompa per calcestruzzo

1 ora

6 ore

7 ore

14 ore

 

Accordo Conferenza StatoRegioni 22.02.2012 – Abilitazione alla conduzione di macchine operatrici

 

 

Read More
corsi sicurezza on line
Ultime news

Corsi sicurezza on line

Corsi di formazione per la sicurezza: quali si possono effettuare on line?

Considerato il fiorire di corsi di formazione on line per le diverse figure che compongono l’organigramma della sicurezza ci viene spesso fatta la domanda “quali corsi si possono effettuare on line? L’emanazione dell’ Accordo Stato Regione del  21/12/2011 inerente la formazione dei lavoratori, preposti, dirigenti e datori di lavoro che ricoprono il ruolo di RSPP che prevede la possibilità per alcuni dei soggetti sopra elencati di fruire di corsi on line

 

  • CORSI SICUREZZA ON LINE PER LAVORATORI/PREPOSTI/DIRIGENTI E DATORI DI LAVORO RSPP 


FIGURA RELATIVA ALLA SICUREZZA


CORSO CON MODALITÀ E-LEARNING


CORSO CON LEZIONI FRONTALI IN AULA

Lavoratori


SI IN PARTE

SOLO Formazione GENERALE
(4 ore)

SI

tutta la formazione prevista

Generale + specifica


Lavoratori: aggiornamento
6 ore ogni 5 anni

SI

SI

Preposti


SI IN PARTE

 SOLO gli argomenti previsti dal punto 1 al punto 5 del punto 5 dell’Accordo 21/12/2012 ovvero:

La parte generale e teorica

  • Principali soggetti del sistema della prevenzione aziendale:compiti, obblighi, responsabilità
  • Relazione tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione
  • Definizione ed individuazione dei fattori di rischio
  • Incidenti e infortuni mancanti
  • Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori

SI

Tutta la formazione prevista dalla normativa
(8 ore)


Preposti: aggiornamento

6 ore ogni 5 anni

SI

SI


Dirigente


SI SEMPRE

SI


Dirigenti: aggiornamento
6 ore ogni 5 anni

SI

SI


Datore di Lavoro
che ricopre il ruolo di RSSP all’interno dell’azienda


SI IN PARTE

SOLO IL MODULO 1 (Normativo) e
MODULO 2 (gestionale)

 

SI

Tutta la formazione prevista
(16 o 32 o 48 ore)


Aggiornamento:
Datore di Lavoro che ricopre il ruolo di RSSP all’interno dell’azienda

SI

(6 o 8 o 12 ore)

SI

(6 o 8 o 12 ore)

 

  • CORSI PER RSPP E RLS

 


FIGURA RELATIVA ALLA SICUREZZA


CORSO CON MODALITÀ E-LEARNING


CORSO CON LEZIONI FRONTALI IN AULA


Responsabile del Servizio di Prevenzione Protezione (RSPP)



NO MAI


SI la formazione di base

MODULI A, B, C


Aggiornamento RSPP


SI SEMPRE


SI


Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS)
 


NO MAI**


SI SOLO CON QUESTA MODALITÀ (32 ore)

** Su internet vengono offerti diversi pacchetti di corsi sicurezza on line per la formazione degli RLS.
Il Ministero Lel lavoro a tale proposito pubblica sul proprio sito, nella sezione FAQ, quanto sotto riportato:

“Il Decreto Legislativo 81/08 prevede in particolare al comma 12 che le modalità, la durata e i contenuti specifici della formazione dei RLS sono stabiliti in sede di contrattazione collettiva nazionale, nel rispetto dei contenuti minimi dettati dalla norma stessa, fra i quali si sottolinea in particolare la formazione sui rischi specifici presenti in azienda e le conseguenti misure di prevenzione e protezione adottate. Ne deriva che la normativa risulta poco chiara sulle possibilità/dovere di effettuare i corsi con lezioni frontali oppure on line.

Giova peraltro sottolineare l’imprescindibile rispetto del limite intrinseco derivante dal carattere di necessaria adeguatezza ed effettività della formazione stessa, e dalla sua commisurazione ai rischi specifici connessi ad ogni realtà produttiva e singola posizione lavorativa, principio che non può ritenersi inverato nel caso di una formazione interamente, o prevalentemente, a distanza, che perderebbe, pertanto, il suo stretto legame con l’ambiente di lavoro e la valutazione del rischio”.

>> Vai al link

 

S.T.A. Studio Tecnico Ambientale srl provvederà entro il mese di maggio 2012 ad attivare i corsi sicurezza on line per dirigenti, lavoratori (parte generale) e preposti (parte generale). 

 

 

Read More